Implied subject || sottofondo: by Bonnie McClellan

It is the thing that lies under
under lies
below the foundation
like a time signature
signalling in silence:
there
there
there
there
we are.

È la cosa che sta sotto
sotto    stante.
sotto il fondo.…….
come il tempo quaternario
segnalando in silenzio
ci……..
ci……..
ci……..
ci……..
siamo.

Sabato notte: di Anna Mosca

La versione scritta di questa poesia è scomparsa. Una versione audio può essere trovata qui sotto con i link a ulteriori informazioni sul poetessa:

Clicca qui sotto per ascoltare l’audio:

La versione scritta di questa poesia può essere ritrovata QUI.

Clicca QUI per trovare più poesia di Anna Mosca.

The english version of this poem has disappeared,  an audio version in  Italian can be found above and the  written version of the poem in  Italian can be found HERE.

English-language poetry by this poet can be found HERE.

ENGRAVING (for Angel and Ronit): by Bonnie McClellan-Broussard

ENGRAVING

Grief must sometimes be taken in sips,
like coffee too scalding and bitter to swallow.

Each new grief holds within
an elder one in-nested.

The ‘no’ un-screamed arises:
is shattered, then compressed.

The terror of resignation
(winter’s hard companion)

reverberates down through
calcified strata all the way to

the first pearlescent grief:
a burst balloon, a lost gift.


INCISIONE

– il dolore a volte dev’essere preso in sorsi,
come cafè troppo bollente e amaro da ingoiare. –

Ogni nuovo dolore racchiude
un vecchio innesto.

Il non-urlatò ‘no’ sorge:
va in frantumi e si comprime.

Il terrore di rassegnazione
(dura compagna d’inverno)

riverbera verso in basso, attraverso
strati calcificati, fino all’arrivo

del primo dolore perlescente:
palloncino scoppiato, un dono perduto.

Angel Pfeifer Raiter, poeta : 11 dicembre 1979 – 3 febbraio 2012
Ronit Dovrat, pittore: 12 maggio 1955 – 15 dicembre 2011

Bonnie McClellan-Broussard
Copyright 2012 all rights reserved